Loading...

Acqua della pasta: 5 modi curiosi per usarla

come riutilizzare acqua di cottura modi interessantiCome abbiamo visto in un recente articolo, l’acqua impiegata per cuocere la pasta può essere riciclata in cucina in tanti modi differenti (come, ad esempio, per ammollare i legumi secchi, per cuocere le verdure o per preparare una gustosa bevanda).

Ma i possibili utilizzi di quest’acqua, ricca di sali minerali e di amido, non sono soltanto culinari.

Ecco 5 modi – davvero curiosi e interessanti – per usare l’acqua di cottura della pasta lontano dai fornelli.

Acqua della pasta, ideale per…

Fare un pediluvio

Soprattutto se avete problemi di gambe gonfie e pesanti, un’ottima idea è quella di sfruttare l’acqua di cottura della pasta per fare un rigenerante pediluvio serale.

Quest’acqua, infatti, proprio grazie al suo elevato contenuto di amido e sali minerali, ha eccellenti proprietà emollienti. Usata per un pediluvio, dunque, favorirà lo sgonfiamento delle gambe, aiutandovi a sentirle meno pesanti.

Se volete, potete arricchire l’acqua del pediluvio con alcune gocce di olio essenziale. Potete scegliere, ad esempio, un olio essenziale all’eucalipto (per un effetto rinfrescante), alla lavanda (per un effetto rilassante) o al rosmarino (per un effetto energizzante).

Preparare un impacco per capelli

Se volete rendere i vostri capelli più morbidi del solito, preparate un impacco usando proprio l’acqua in cui avete fatto bollire la pasta.

Questa svolgerà un’efficace azione emolliente.

Dopo aver lasciato agire l’impacco per almeno 15 minuti, potete passare al lavaggio dei capelli (possibilmente utilizzando uno shampoo e – eventualmente – un balsamo naturali).

Lavare i piatti

L’acqua di cottura della pasta, utilizzata ancora calda, ha un eccellente potere sgrassante.

Se dovete lavare a mano piatti, posate, padelle o pentole su cui siano presenti delle incrostazioni, poneteli nel lavandino e, dopo aver chiuso il tappo, versate su di essi l’acqua della pasta.

Lasciati trascorrere alcuni minuti, potete passare all’impiego di spugna e detersivo.

Nel lavare le vostre stoviglie noterete le incrostazioni sciogliersi con facilità e questo proprio grazie all’azione emolliente e sgrassatrice dell’acqua della pasta.

Innaffiare piante e fiori

Se avete l’abitudine di cuocere la pasta in acqua non salata o salata molto poco, quest’acqua – una volta fatta raffreddare per bene e trasferita in un innaffiatoio – è perfetta da usare per bagnare le piante, le erbe aromatiche e i fiori del vostro balcone, orto o giardino.

Quest’acqua – ricca di sali minerali – sarà per loro un’ottima fonte di nutrimento.

Preparare la pasta di sale

Infine, potete sfruttare l’acqua della pasta per preparare – con e per i vostri bambini – la pasta di sale, con cui realizzare oggetti di vario tipo.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Ioverde.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons