Loading...

Cob House: casa in terra cruda fai da te

Cob houseLe cob house sono delle costruzioni realizzate in terra cruda. Nel corso del tempo, esse hanno risposto all’esigenza dell’uomo di edificare la propria abitazione con materiali che potessero essere recuperati con facilità ed immediatezza.

Il progresso e lo sviluppo nelle tecniche costruttive e nei trasporti ha reso tale esigenza non più di carattere primario. Oggi, nonostante ciò, esistono ancora numerose case in terra cruda, in virtù di quello che un rinnovato orientamento verso costruzioni robuste accoglienti ed ecosostenibili.

Tecnica di costruzione

Quando parliamo di costruzioni in terra cruda non bisogna pensare ad una casa poco resistente e pronta a cedere al primo soffio di vento. Le cob house, infatti, sono delle case solide, resistenti, confortevoli, termicamente isolate e con buon proprietà antisismiche. Le tecniche di costruzione delle cob house sono diverse, vediamole.

Adobe o mattone crudo

La tecnica dell’adobe o del mattone crudo consiste nel realizzare mattoni di terra, da utilizzare nelle nostre costruzioni, attraverso un composto di terra e paglia. Tale impasto, infatti, verrà collocato in un apposito stampo di legno dove verrà lasciato essiccare al sole.

Pisè o terra battuta

La tecnica del pisè o della terra battuta, è una tecnica caratterizzata dal fatto che la terra viene ad essere battuta all’interno di apposite strutture di legno dalla dimensione e forma del muro che intendiamo costruire. Attraverso tale tecnica, la nostra costruzione verrà eretta strato dopo strato.

Torchis

La tecnica del torchis è invece una tecnica mista. Essa, infatti, necessita di un vero e proprio scheletro di legno, che fungerà da base per la nostra costruzione. Tale struttura sarà poi, successivamente, ricoperta da un apposito composto di paglia e terra.

Tipo di terra

La terra da utilizzare per la costruzione delle nostre cob house, deve essere quella che si trova al di sotto del primo strato. La terra situata in superficie, infatti, è del tutto inadatta a supportare tali costruzioni, essendo poco resistente e contenendo sostanze organiche che la rendo facilmente deperibile. Ideale è, invece, la terra che si trova al di sotto di tale strato, composta dalle quantità ideali di argilla, ghiaia e sabbia.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Ioverde.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons