Loading...

Come fare i bonifici per risparmio energetico

bonifici per risparmio energeticoLe detrazioni e gli incentivi per il fotovoltaico si possono ottenere solo se si utilizza un particolare tipo di bonifico, che indichi chiaramente le informazioni utili anche al Fisco per capire chi ha avuto diritto agli incentivi e per quale tipo di impianto.

Ecco tutto quello che c’è da sapere su questo tipo di bonifico e come compilarlo.

Cosa sono

Per i bonifici per il risparmio energetico si possono utilizzare i modelli di bonifico comuni, a patto di inserire tutte le indicazioni previste dalla legge in materia. Una volta compilato come ti indichiamo il bonifico, non ti resterà che pagarlo e conservare la ricevuta, in modo da poterla presentare in sede di dichiarazione dei redditi per la detrazione.

Prima di scrivere i bonifici per il risparmio energetico, assicurati che chi effettua il bonifico sia la persona che ha richiesto i lavori e che risulta sui preventivi e sulle fatture da pagare. Se le detrazioni sono richieste da un condominio, è importante che tutto venga gestito dall’amministratore, che abbia anche la piena disponibilità del conto corrente del condominio stesso.

In questo modo, velocizzerai le pratiche ed eviterai inutili discussioni con il commercialista, perché c’è una differenza tra chi ha richiesto i lavori e chiede la detrazione e chi ha materialmente pagato il bonifico. Ora, ecco come devi scrivere.

Come si compilano

Per poter compilare bene i bonifici per il risparmio energetico, devi scrivere:

  • Il tuo nome e cognome, con il numero del tuo codice fiscale (lo trovi riportato sulla fattura e sulla tua tessera sanitaria);
  • Il nome e la partita Iva della società che ti assegna i lavori;
  • La causale come da normative vigenti. Questa dicitura è importantissima e va copiata esattamente come te la riportiamo per non sbagliare: “Bonifico relativo a lavori edilizi che danno diritto alla detrazione prevista dall’articolo 16-bis del Dpr 917/1986 – Pagamento fattura n. ___ del___ a favore di _____ partita Iva ______”. Ovviamente, ricorda di inserire i dati mancanti in base alla fattura.

A questo punto, sei pronto per compilare i bonifici che ti daranno diritto a incentivi e detrazioni per il 2016!

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Ioverde.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons