Loading...

Come fare l’aceto di mele in casa

preparare aceto di mele in casaEgregio sostituto dell’aceto di vino, l’aceto di mele è un prodotto ricco di proprietà benefiche e adatto a diversi usi in cucina, dal condimento dell’insalata a quello delle verdure cotte, dalla realizzazione di dolci da forno a quella delle acciughe marinate…

Per di più, la preparazione casalinga dell’aceto di mele consente di utilizzare quelle parti della mela che, in genere, finiscono nella spazzatura, ovvero buccia e torsolo.

Ecco tutto ciò che vi serve sapere per preparare a casa un ottimo aceto di mele.

La ricetta

Ingredienti (per 1 l di aceto)

  • 1,5 kg di torsoli, bucce e avanzi di mela
  • acqua

Per la realizzazione di questa ricetta è preferibile usare gli scarti di mele biologiche, che – a differenza di quelle coltivate in modo convenzionale – non sono state trattate con prodotti chimici, dannosi per la nostra salute.

Procedimento

Mettete i torsoli, le bucce e – se ne avete – gli avanzi di mela, tagliati a pezzetti, sul fondo di un capiente contenitore di vetro, di plastica o di legno (non sono adatti, invece, i recipienti in metallo).

Quindi, versate nel contenitore abbondante acqua fredda, in modo da sommergere del tutto i torsoli, le bucce e gli altri scarti. E’ importante che non utilizziate acqua tiepida né – tanto meno – calda, per evitare di alterare il sapore e l’aroma di mela.

Non chiudete il recipiente con un coperchio ermetico, bensì copritelo con una garza per alimenti, fissata con un elastico: l’ossigenazione della miscela, infatti, è essenziale per una buona riuscita della preparazione.

Ponete il recipiente in un ambiente della vostra casa che sia asciutto, buio e, possibilmente, con una temperatura compresa tra i 24 e i 26°C.

Lasciate riposare il tutto per 3-4 giorni. Poi, aprite il contenitore e, usando un mestolo forato, eliminate la schiuma che si sarà formata sulla superficie del liquido.

Richiuso il contenitore con la garza, fate riposare l’aceto per altri 2-3 giorni o fin quando non sprigionerà il proprio caratteristico aroma.

Quindi, dopo aver eliminato con il mestolo forato l’eventuale schiuma nuovamente formatasi, filtrate l’aceto di mele con un colino o una garza a trama fitta.

Con l’aiuto di un imbuto, trasferitelo in una bottiglia di vetro, precedentemente sterilizzata, e chiudete questa con il relativo tappo.

Fatto riposare ancora per almeno un mese, il vostro aceto di mele è pronto per essere utilizzato.

L’idea in più…

L’aceto di mele può essere facilmente aromatizzato: è sufficiente arricchire la preparazione con uno o più ingredienti aggiuntivi.

Tra quelli maggiormente usati ci sono ingredienti “classici”, come limone, aglio o peperoncino, ma anche ingredienti più particolari, come zenzero o lavanda.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Ioverde.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons