Loading...

Come preparare un terriccio biologico in casa

terriccio biologicoTra i rifiuti che quotidianamente produciamo c’è una parte, il cosiddetto umido, che può efficacemente essere utilizzata per preparare un terriccio biologico fatto in casa.

L’umido, una volta decomposto, diventa una sostanza particolarmente fertile. Vogliamo qui fornirvi una piccola guida per il compostaggio domestico.

Quali rifiuti sono utili per preparare un terriccio biologico?

Il compostaggio è particolarmente vantaggioso. Si tratta infatti di un processo, economico ed a impatto ambientale praticamente nullo, di riciclo dei rifiuti. In effetti, per preparare un buon terriccio biologico è necessaria una giusta combinazione di materiale secco e umido.

Materiale umido

Per quanto riguarda il materiale umido da impiegare nel compostaggio, sono particolarmente indicati i residui, gli scarti e le bucce di frutta, verdura ed altre sostanze vegetali da cucina. Le piante, comunque da ridurre in piccoli pezzi, fiori ed erba ancora fresca ed i fondi di caffè e le bustine di te usate.

Materiale secco

Per quanto riguarda il materiale secco, invece, risultano consigliati per il compostaggio le foglie, la paglia e l’erba secca. I rami, le cortecce e quant’altro residua da un’opera di potatura. Nonché la carta, il cartone e i fazzolettini di carta, utili nell’assorbimento dell’umidità nel processo di compostaggio.

Materiale da non compostare

Vi è una serie di rifiuti il cui utilizzo, nel processo di compostaggio, è fortemente sconsigliato, vuoi per la presenza di sostanze nocive o per l’incapacità di decomporsi. Si tratta di metalli, batterie, vetro, farmaci, riviste a colori e simili.

Compostiera

Il processo di compostaggio avviene in un apposito contenitore, denominato appunto compostiera. Essa può essere in plastica, in legno, oppure fatta in casa, utilizzando un recipiente forato.

Processo

Per realizzare il processo di compostaggio bisogna, in primo luogo, alternare all’interno della compostiera, uno strato di materiale secco con uno strato di materiale umido, sino a riempire il contenitore.

In secondo luogo, nella compostiera l’azione combinata dei microrganismi decompositori, dell’umidità e dell’aria, provvederà a decomporre i materiali ed a produrre il nostro terriccio biologico.

 

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Ioverde.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons