Loading...

Come risparmiare acqua in casa: per aiutare madre natura e portafogli

Come risparmiare acqua in casa: per risparmiare ed aiutare madre natura

L’acqua è una delle risorse più preziose. Nel nostro piccolo possiamo contribuire a limitarne lo spreco.

Pochi semplici accorgimenti dal risultato garantito sono determinanti per risparmiare acqua ed alleggerire le spese relative al suo consumo.

Capita di consumare molta più acqua di quella che realmente occorre, sia in cucina che in bagno, senza nemmeno rendersene pienamente conto.

Ecco dei pratici consigli per limitare lo spreco ogni giorno.

Chiudete il rubinetto mentre non utilizzate l’acqua

Mentre vi lavate i denti, fate lo scrub al viso o vi insaponate sotto la doccia, ricordatevi di tenere aperto il rubinetto solamente per il tempo necessario. Riaprite l’acqua solo quando siete pronti per il risciacquo.

E prediligete la doccia al bagno. Per riempire la vasca da bagno viene consumata una quantità di acqua quattro volte superiore rispetto alla doccia.

Lavate piatti e panni a mano

Per risparmiare acqua, lavate i piatti a mano. Riempite una bacinella con acqua calda ed immergete i piatti per rimuovere i residui di cibo.

Dopodiché, aggiungete una piccola dose di bicarbonato o detersivo, strofinate i piatti e le stoviglie con l’aiuto di un’apposita spugna o uno scovolino ed utilizzate l’acqua corrente esclusivamente per il risciacquo.

Seguite la stessa procedura per i panni. Riempite un catino, aggiungete una piccola porzione di detersivo, immergete i panni, strofinateli per un paio di minuti, risciacquate ed appendeteli ad asciugare.

Effettuate sempre lavaggi a pieno carico

Se avete pochi articoli da lavare, evitate l’uso della lavatrice e della lavastoviglie e lavate piatti e panni a mano.

Evitate i lavaggi a temperature eccessivamente elevate e non dimenticatevi di pulire regolarmente il filtro degli elettrodomestici.

Riutilizzate l’acqua

Usate l’acqua adoperata per lavare frutta e verdura o per cuocere pasta e riso o bollire le verdure per annaffiare le piante. L’acqua di cottura della pasta e del riso è ricca di amido e sali minerali ed è perfetta per garantire il giusto nutrimento alle piante.

Evitate di salare l’acqua, lasciatela raffreddare ed utilizzatela per innaffiare i vasi di fiori, le erbe aromatiche o gli ortaggi nell’orto o nel balcone.

Accertatevi che non ci siano perdite

Effettuate un controllo periodico chiudendo i rubinetti di casa. Se notate che il contatore dell’acqua gira comunque, significa che si è in presenza di una perdita. Un rubinetto che perde può rappresentare uno spreco di acqua pari a ben 5.000 litri all’anno.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Ioverde.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons