Loading...

Cosa sono i certificati bianchi e come si possono sfruttare

certificato biancoI certificati bianchi si possono usare se non usi altri incentivi per installare l’impianto fotovoltaico. Quando conviene questa scelta e a cosa servono i certificati bianchi?

Cosa sono

I certificati bianchi sono rilasciati dal Gestore dei Servizi Energetici, a condizione che l’impianto non sia stato oggetto di altri incentivi, che produca molta energia spendibile nel mercato e che sia in una zona assolata (in modo da poter produrre energia per gran parte dell’anno).

La richiesta per i certificati bianchi va fatta subito dopo l’installazione dell’impianto, presentando i documenti che ti saranno stati dati da chi si è occupato dei lavori in casa tua.

Il numero dei certificati corrisponde al numero di barili di petrolio risparmiati usando l’impianto a energia pulita nell’arco di 5 anni. Il Gestore prenderà in considerazione impianti che superano il numero di 20 certificati bianchi. Una volta immessi sul mercato, i certificati si potranno vendere e si potrà ottenere un bel guadagno.

Come sfruttarli

Per sfruttare i certificati bianchi, è necessario fare un investimento importante: l’investimento in questione non si potrà detrarre, quindi solo alcune realtà possono utilizzare i certificati bianchi. Per sfruttarli, è necessario che il titolare dell’attività scarichi la modulistica dal sito ufficiale del Gestore dei Servizi Energetici e richieda un sopralluogo da parte di un incaricato del Gestore.

L’incaricato dovrà valutare sia i documenti presentati, sia le reali potenzialità dell’impianto. Al termine della procedura, verranno poi rilasciati i certificati bianchi, che verranno sfruttati sul mercato. È necessario che l’impianto non superi la produttività di 19,9 kW: a stabilirlo è la normativa vigente, che, quindi, consiglia caldamente l’uso dei certificati bianchi solo a chi utilizza impianti di medie dimensioni e può sostenere da sé tutte le spese necessarie per usufruire dell’incentivazione.

Il consiglio è di valutare questa strada se non si hanno a disposizione formule come il Conto Energia per il proprio impianto fotovoltaico, ma si vuole ottenere lo stesso un minimo ritorno sul proprio investimento.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Ioverde.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons