Loading...

Ecologia: qualcosa si muove anche in Cina

Cina inquinamentoÈ entrata, e giustamente, nel nostro immaginario come uno dei paesi più inquinati del mondo. Le immagini della nebbia fitta, causata dallo smog, di Pechino hanno fatto il giro del mondo, e qualcuno ha anche cominciato a vendere aria pulita in barattolo.

Quando si parla di ecologia la Cina non ha una buona reputazione, e al di là di quello che potrebbero pensarne gli occidentali, quello che interessa in questo momento al governo cinese è preservare la salute dei propri cittadini, ovviamente messa in pericolo da politiche industriali scellerate, almeno sotto il profilo ecologico.

La Cina è pronta a fare un passo indietro, dicono da Pechino, o meglio, a fare un passo avanti. Sono infatti allo studio da parte del Partito norme tese a ridurre l’inquinamento nelle grandi città e nei grandi poli industriali, aree del paese dove l’area si è fatta davvero irrespirabile, e dove le patologie collegate allo smog stanno vivendo, purtroppo, una stagione di picchi mai visti altrove.

Via con il solare

La Cina è uno dei paesi al mondo che producono più pannelli solari, eppure l’uso nel paese non è così diffuso, nonostante la Cina sia, a conti fatti, uno dei paesi che più rapidamente si uniformano al cambiamento di perimetro tecnologico.

Sembra che sarà proprio il solare la risposta delle autorità di Pechino ad un inquinamento che si è fatto insostenibile, e che sta decimando la popolazione non solo anziana, ma anche giovane.

Il borsino dell’inquinamento

Saranno inoltre emessi, e questa però è una indiscrezione ancora non confermata, certificati rivendibili da parte delle aziende, che garantiscono un tot di emissioni. Verranno acquistati dalle aziende inquinanti, che senza non potranno operare, e genereranno per il governo somme importanti da reinvestire nella lotta all’inquinamento, secondo un modello pigouviano che tutto ci saremmo aspettati, meno che di vederlo applicato in Cina.

Ma si sa, a mali estremi, estremi rimedi, e quello che sta avvenendo in Cina di estremo ha, purtroppo, parecchio.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Ioverde.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons