Loading...

Energia mareomotrice: vantaggi e svantaggi

energia-mareomotriceLa ricerca e la produzione di energia utile in maniera alternativa è una delle prime priorità dell’uomo moderno e contemporaneo.

I diversi tipi di energia rinnovabile

Esistono diversi tipi di energia rinnovabile:

  • Energia eolica;
  • Energia geotermica;
  • Energia idroelettrica;
  • Energia marina;
  • Energia solare;
  • Energia da biomasse;
  • Energia mareomotrice.

Quella che andremo ad approfondire in questo articolo sarà proprio l’ultima che abbiamo elencato, ovvero l’energia mareomotrice. 

L’energia mareomotrice

Per marea si intende un innalzamento e abbassamento del livello del mare per via dell’azione di attrazione gravitazionale generata dalla luna e dal sole. Questo dislivello generalmente è pari a circa 1 metro, ma in alcune circostanze può arrivare a raggiungere addirittura i 20 metri. Per quanto questi numeri possano spaventare, è bene sapere che i suddetti livelli servono per lo sfruttamento di energia mareomotrice.

Vantaggi

Tra i vantaggi legati alle centrali mareomotrici, troviamo quello costituito dal fatto che la loro struttura e il loro funzionamento sono molto simili alle tipiche centrali idroelettriche. Questa caratteristica si rivela utile soprattutto nel momento della progettazione, dato che molti dati sono sostanzialmente già disponibili e collaudati.

Svantaggi

Tra gli svantaggi, invece, troviamo che per poter funzionare a massimo regime, questi impianti hanno bisogno di determinate conformazioni geologiche.

Non tutti i siti, infatti, sono adatti per le loro costruzioni e per il loro funzionamento. Per cui, una volta individuato un sito sul quale poter impiantare il complesso, basterà semplicemente ottimizzarne la produzione.

La potenza che viene prodotta da questi impianti è abbastanza modesta, soprattutto in relazione allo spazio enorme che viene occupato dall’intera centrale. Ci sono poi gli enormi costi di gestione e di realizzazione. Insomma, prima di realizzare una centrale si dovrebbe pensare bene a dove la si vorrebbe costruire ed accertarsi del fatto che, una volta realizzata, in quell’esatto luogo possa assicurare il massimo dell’energia producibile, ottimizzando costi e produzione in maniera costante e omogenea.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Ioverde.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons