Loading...

Gusci d’uovo: ecco tanti modi per usarli

riciclo dei gusci d'uovoChi l’avrebbe mai detto che delle uova è possibile utilizzare – oltre, ovviamente, a tuorlo e albume – anche il guscio?

Questa parte dell’uovo – normalmente considerata “di scarto” – si presta a tanti e diversi usi, alcuni dei quali davvero curiosi. Scopriamo insieme di cosa si tratta.

Gusci d’uovo, ideali per…

Fertilizzare il terreno

Particolarmente ricchi di calcio, oltre che di altri sali minerali (tra cui fosforo, azoto, zolfo, potassio…), i gusci delle uova sono un ottimo fertilizzante naturale per le piante o piantine del vostro balcone, orto o giardino.

Sciacquateli sotto l’acqua e, poi, lasciateli asciugare.

Quindi, poneteli in una ciotola capiente e pestateli per bene con un pestello, fino a ridurli in pezzi molto piccoli. Tenete presente che, più i frammenti sono piccoli, più rapida sarà la loro decomposizione e, di conseguenza, prima agiranno come fertilizzante.

Se non disponete di un pestello, potete frantumare i gusci con un batticarne oppure tritarli con il tritatutto o il frullatore.

Rendere il terreno più calcareo

Per correggere il pH dei terreni eccessivamente acidi, si utilizza spesso – come ammendante – la calce.

Ottenuta dalla cottura del calcare a temperature elevate, la calce è costituita in prevalenza da carbonato di calcio, che – d’altra parte – è anche il componente principale dei gusci d’uovo.

Ecco perché questi ultimi possono essere impiegati, proprio in sostituzione della calce, per rendere più calcarei terreni troppo acidi.

A tale scopo, non dovete fare altro che frantumare i gusci ed aggiungerli al compost per il vostro terreno. Se volete abbreviare i loro tempi di decomposizione, prima di impiegarli per il compost fateli asciugare in forno e, poi, tritateli finemente.

Proteggere le piante da vermi e lumache

Frantumate grossolanamente i gusci d’uovo, in modo da ottenere frammenti dai bordi taglienti. Quindi, distribuite i pezzetti di guscio nel terreno circostante le vostre piante o piantine.

Così facendo, impedite a vermi, chiocciole e lumache di raggiungere le piante e mangiarne le foglie.

Realizzare vasetti

Se volete utilizzare i gusci delle uova in un modo che vi permetta di coinvolgere anche i vostri bambini, perché non farne dei simpatici vasetti per piantine?

Rompete l’uovo creando, ad una delle due estremità del guscio, una cavità avente un diametro di un paio di centimetri.

Lavate bene il guscio – sia all’esterno sia all’interno – sotto acqua corrente. Quindi, dopo averlo fatto asciugare, riempitelo di terra per circa 3/4.

Pressate leggermente la terra e ponete su di essa qualche semino (di un legume, di un’erba aromatica…), che ricoprirete con un altro po’ di terra.

Quindi, sistemate il guscio in un portauovo di legno o ceramica e affidate ai vostri bambini il compito di decorare il guscio-vasetto (con pennarelli, colori a tempera, nastrini, adesivi…).

Innaffiando – con moderazione – la terra a giorni alterni, in poco tempo vedrete crescere una graziosa piantina, con soddisfazione vostra e dei vostri bimbi.

Realizzare un mosaico

Un’altra idea per riciclare i gusci d’uovo in modo davvero originale e creativo, è quello di usarli per creare un bel mosaico.

Innanzi tutto, lavate i gusci sotto acqua corrente.

Quindi, dopo averli fatti asciugare, rompeteli in più pezzi e distribuite questi in diversi piccoli contenitori (ad esempio, potete usare delle ciotoline oppure sfruttare gli scomparti di cui è costituita la confezione delle uova stesse).

In ciascun contenitore mettete un po’ di un colore a tempera ed aggiungete qualche goccia d’acqua. Quindi, rigirate delicatamente i frammenti di guscio, così che si colorino in modo uniforme.

Una volta fatti asciugare – al sole o sul termosifone – sono pronti per essere usati come tessere del vostro mosaico.

Prendete un foglio di carta o un cartoncino e spennellatelo con della colla vinilica. Quindi, applicatevi le tessere colorate dando libero sfogo alla vostra fantasia (o a quella dei vostri bambini!).

E perché non usare la tecnica del mosaico anche per decorare barattoli di vetro, vasi di terracotta, scatole portagioie o cornici per fotografie?

Smacchiare oliera e acetiera

Capita spesso che le bottiglie di vetro contenenti l’olio o l’aceto, anche una volta lavate rimangano macchiate all’interno.

Se volete rimuovere questi antiestetici segni, versate all’interno della bottiglia una miscela di acqua e detersivo per piatti ecologico. Quindi, aggiungete anche un guscio d’uovo a pezzetti.

A questo punto non dovete fare altro che agitare il recipiente: l’attrito dei frammenti di uovo contro le pareti della bottiglia, unito all’azione di acqua e detersivo, favorirà la scomparsa delle macchie.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Ioverde.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons