Loading...

I 10 paesi che consumano più petrolio

i paesi con maggior consumo di petrolioContinuiamo oggi con le nostre classifiche dei paesi che più inquinano il nostro pianeta. Oggi non parliamo di diossido, ma di petrolio.

Il petrolio, conosciuto anche come oro nero, non è utilizzato solamente dalle automobili, ma anche e soprattutto dall’industria.

Troverete delle sorprese in questa classifica, anche se la nostra Italia, ancora una volta, si comporta quasi bene.

La classifica

10. Corea del Sud

Un gigante industriale esploso negli ultimi decenni, che produce il grosso dei prodotti tecnologici che utilizziamo quotidianamente. Il prezzo di questo sviluppo?

Un consumo di petrolio pro-capite che fa semplicemente impressione. Quel che è peggio è che questo paese non ne estrae, ed è quindi completamente dipendente dagli export dei paesi del Golfo.

9. Canada

Il consumo di petrolio del Canada è abbastanza alto. 2.3 milioni di barili al giorno, principalmente consumati da industria e da trasporti.

Qui la situazione è pero relativamente meno preoccupante: inquinano tanto, è vero, ma utilizzano quasi esclusivamente petrolio estratto dal loro sottosuolo. Meno problemi geopolitici, e nessuna necessità di avallare regimi sanguinari del Golfo per continuare ad approvvigionarsi di oro nero.

8. Germania

Ah, la Germania. Ecologisti a chiacchiere, grandi inquinatoti nei fatti. La Germania consuma 2.4 milioni di barili al giorno. Ne raffinano molto in loco, anche se per la materia prima devono anche loro rivolgersi all’OPEC.

7. Arabia Saudita

Un paese che ha un’industria non ancora completamente sviluppata, e che consuma il grosso dei suoi 2.6 milioni di barili quotidiani per i trasporti e per la produzione di energia elettrica. Per loro non è un problema: sono il paese che estrae i quantitativi più importanti di petrolio.

6. Brasile

Wow. Il Brasile. Da oggi in poi nella vostra mente non sarà più quel paese ricco di foreste e di spiagge bianchissime, ma anche uno di quelli che inquina di più. Ne consumano così tanto che hanno cominciato a trivellare praticamente ovunque, nella speranza di trovare qualche riserva da utilizzare a basso prezzo

5. Russia

La Russia ha una popolazione importante, che per gli spostamenti usa un parco auto non esattamente nuovissimo. E’ tra i maggiori produttori e tra i maggiori consumatori di petrolio al mondo. L’aria nelle grandi città è pestilenziale. 

4. India

Anche qui lo sviluppo economico lo sta pagando la natura. L’india consuma già 3.4 milioni barili di petrolio al giorno. Il settore industriale cresce a ritmi spaventosi, e così la quantità di veleni riversati nell’ambiente. Quel che è peggio è che la domanda di petrolio cresce del 5% l’anno.

3. Giappone

Il Giappone consuma ben 4.5 milioni di barili al giorno. Questo per mantenere la sua enorme industria e una delle popolazioni che usa più di frequente l’automobile. Il Giappone però, dati i prezzi, sta cambiando rotta. Più carbone e meno petrolio. Chissà come andrà a finire.

2. Cina

Le preoccupazioni dei paesi già sviluppati per i prezzi del petrolio? Vengono tutti dall’incessante crescita della domanda di oro nero da parte della Cina. Al momento la Cina consuma circa il 10% dell’intera produzione mondiale di petrolio. 10 milioni di barili al giorno, che diventeranno 13 entro il 2018.

1. Stati Uniti

Anche questa speciale classifica della vergogna si chiude con gli Stati Uniti in testa. E’ un paese che ne estrae tanto di petrolio, ma nonostante questo continua ad importarne per saziare una domanda che sembra senza fine. 18.9 milioni di barili al giorno, quasi tanti quanti quelli consumati dagli altri paesi in classifica messi insieme.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Ioverde.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons