Loading...

Ilva, la fabbrica dei tumori

ilvaL’ilva è una delle principali aziende siderurgiche italiane. Tra i diversi impianti dell’azienda, dislocati sul territorio, è quello di Taranto ad essere assurto tristemente agli onori della cronaca italiana, guadagnandosi il macabro appellativo  di “fabbrica dei tumori”. L’ilva di Taranto è diventata infatti un vero è proprio caso nazionale. Il suo elevato impatto ambientale da un lato e la necessità di preservare posti di lavoro dall’altro, hanno reso necessario l’intervento delle autorità competenti.

Perizie


Il caso Ilva nasce a seguito del deposito, presso la Procura di Taranto, di due perizie, una epidemiologica, spaventosa, che mostra un collegamento inquietante tra decessi, ricoveri e patologie di varia natura e le emissioni  inquinanti dello stabilimento. L’altra chimica, che invece ha mostrato come l’Ilva sia responsabile di emissioni di diossina ben al di sopra dei limiti consentiti. Perizie che hanno spinto il Gip di Taranto a porre sotto sequestro l’intero impianto e la relativa area circostante ed a procedere con le dovute verifiche.

Accuse

Le accuse mosse dal Gip di Taranto, a seguito delle indagini della procura federale, contro la famiglia Riva, che attraverso l’omonimo gruppo controlla l’Ilva, e contro i responsabili diretti dell’impianto siderurgico, sono di una gravità inaudita. Tra le altre: disastro doloso e colposo, getto e sversamento di sostanze pericolose, omissione dolosa di cautele contro gli infortuni sul lavoro, inquinamento atmosferico e avvelenamento di sostanze alimentari. Accuse che testimoniano la  presenza di un vero e proprio disastro ambientale.

Problematiche sociali: Salute o lavoro?

Tutto il dramma di Taranto si racchiude nella seguente domanda: salute o lavoro? L’ilva, infatti, rappresenta più della metà del P.I.L. di Taranto e la sua completa chiusura avrebbe delle ripercussioni notevoli sui livelli occupazionali dell’intera regione. Costosi e complessi risultano infatti essere gl’interventi necessari per adeguare l’attuale stabilimento alla normativa vigente.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Ioverde.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons