Loading...

Preparare il compost con gli avanzi di Natale

Preparare il compost con gli avanzi di NataleGli avanzi e gli scarti di pranzi, cene e decorazioni natalizie possono essere utili per realizzare il compost, un concime naturale organico al 100% per le vostre piante, ricco di sostanze nutritive che, in condizioni fisiche e chimiche ottimali, vengono agevolmente assorbite dalle radici degli alberi.

In forma controllata ed accelerata, vengono riprodotti con il compostaggio domestico i processi che in natura restituiscono le sostanze organiche al ciclo della vita.

Il processo di compostaggio è del tutto naturale, in quanto il merito della trasformazione della sostanza organica è dei batteri naturalmente presenti sia nel terreno che negli avanzi di cibo di pranzi e cene.

Imparare ad utilizzare la tecnica del compostaggio domestico è importante per dare il proprio contributo alla corretta gestione dei rifiuti, diminuendo lo smaltimento negli inceneritori e nelle discariche.

Ecco qualche consiglio su come riciclare gli avanzi di Natale per fertilizzare le piante in modo ecologico ed a costo zero.

Avanzi di cucina

Fondi di tè e caffè, bucce, pelli, avanzi di frutta e verdura, gusci di uova frantumati e scarti di alimenti di origine animale e di cibi cotti sono ideali per il compostaggio domestico.

Consigliamo, in ogni caso, di limitare le quantità dei cibi cotti, poiché altrimenti si rischia di attirare insetti, topi ed altri animali indesiderati. Mischiate sempre gli avanzi di cibo con scarti secchi.

Fiori secchi

Le piante di Natale usate per decorare la casa, come pungitopo, vischio e Stelle di Natale ormai appassite, così come foglie secche, fiori appassiti, gambi ed erba sono indicati come materie prime per il compost.

Aghi di pino

Gli aghi di pino caduti dall’albero di Natale e le foglie di castagno sono compostabili. Per ottenere un buon compost è consigliabile mescolarli accuratamente con altro materiale vegetale e neutralizzare l’eccessiva acidità con cenere di legna o calce, specialmente per quanto riguarda gli aghi di pino.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Ioverde.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons