Loading...

Proroga incentivi fotovoltaico: tutto quello che c’è da sapere

proroga incentivi fotovoltaicoGli incentivi per il fotovoltaico che scadevano nel 2015 sono stati prorogati anche per quest’anno. Un ottimo inizio ecologico per l’anno nuovo: chi vorrà, potrà chiedere la detrazione IRPEF fino al 65% di quanto speso nell’installazione di un impianto fotovoltaico domestico. Ecco come funziona.

C’è la proroga per…

Gli incentivi previsti dal Governo anche quest’anno riguardano:

  • L’Ecobonus del 65%. L’incentivo si può ottenere una detrazione del 65% sui lavori direttamente volti al risparmio energetico. La detrazione si potrà usare sia per l’IRPEF che per l’IRES, per una spesa massima di 100mila Euro. Questo significa che, presentando le fatture per lavori di efficienza energetica effettuati nel 2016, si ottiene subito fino a 65mila Euro di incentivo.
  • Il bonus del 50%. Il bonus è valido solo per richiedere le detrazioni IRPEF e la spesa massima cambia, abbassandosi a 96mila Euro per ristrutturazione e 10mila Euro per elettrodomestici a basso impatto energetico. Anche in questo caso, è necessario presentare in sede di dichiarazione dei redditi le fatture, per verificare quanto hai speso.

Per cosa c’è la detrazione

Prima di tutto, puoi chiedere o la detrazione con Ecobonus (quella del 65%), oppure il semplice bonus del 50%, non entrambi. I lavori di riqualificazione non dovranno comunque superare i 100mila Euro: se la cifra aumenta, il calcolo verrà fatto solo su questa cifra, senza tenere conto di quanto hai speso in più per migliorare la tua casa. I lavori che consentono di ottenere una detrazione per il 2016 sono:

  • Lavori di ristrutturazione e di miglioramento delle strutture esistenti. Per esempio, si potranno richiedere le detrazioni per ristrutturare un appartamento, oppure un intero condominio. Se stai pensando di effettuare lavori di isolamento termico, sappi che rientrano nell’Ecobonus al 65% e non nel bonus del 50%.
  • Lavori di installazione di un impianto fotovoltaico, con i quali si può usufruire anche delle disposizioni del Gestore per i Servizi Energetici in materia di energia pulita (= scambio sul posto o ritiro dedicato).

Per saperne di più, chiedi al CAF di competenza nella tua zona. Ricorda di conservare tutti i documenti relativi ai lavori che esegui in casa.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Ioverde.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons