Loading...

Stufa a pellet: conviene? È ecologica?

Le stufe a pellet, ogstufagi, costituiscono una delle più importanti forme alternative di riscaldamento domestico e sempre più famiglie, scelgono le stufe a pellet come primaria fonte di calore.

Queste stufe sono simili alle stufe a legna, ma la somiglianza si ferma qui.

Invece della legna, bruciano dei piccoli truciolati, dei cilindretti compressi a base di legno riciclato, segatura o mais e sono apparecchi a combustione abbastanza sofisticati, in grado di offrire elevate prestazioni a basso costo.

Perché scegliere una stufa a pellet?

Cominciamo col dire che il pellet è una forma alternativa di combustibile completamente ecologico, che oltre ad essere ricavato da legno riciclato e da segatura, offre un elevato rendimento termico di oltre il 90 % rispetto le tradizionali stufe a legna.

Questo elevato rendimento del pellet, è dovuto principalmente al basso contenuto di umidità (pellet con certificazione EN plus A1 ha meno dello 0,7% di umidità), non gela nei mesi invernali e grazie alle elevate tecniche di produzione, non presenta impurità.

Il vantaggio delle stufe a pellet deriva dal fatto che non solo bruciano combustibile ecologico a impatto zero, ma forniscono il calore necessario all’ ambiente domestico, a seconda di come si decide di regolare il termostato.

Questo garantisce quindi un elevato risparmio. Sembra poco?

Il pellet inoltre è molto più economico del metano e della legna. Basti pensare che sacchetti di 15 Kg costano all’incirca 3 euro oltre ad essere un combustibile amico dell’ambiente: esso infatti non sporca e produce bassissimi residui di cenere, da eliminare una volta a settimana, giusto per garantire la manutenzione della vostra stufa.

La stufa a pellet è ecologica?

Per quanto riguarda l’ecologicità, le stufe a pellet sono molto più ecologiche rispetto altre forme di riscaldamento. Tuttavia, per garantire questo primato, è essenziale che il legno utilizzato per ricavare il pellet, abbia origine da boschi gestiti in maniera sostenibile e che non arrivi da Paesi lontani (il trasporto via nave o via terra, provoca l’emissione di molti agenti inquinanti).

E’ importante inoltre acquistare pellet certificato e con il minor grado di impurità: la presenza di metalli pesanti o alcuni residui come quelli della colla, oltre a danneggiare l’ambiente, danneggiano in prima persona la salute e compromettono anche il corretto funzionamento della stufa.

Le stufe a pellet devono essere certificate?

Così come il pellet anche queste stufe devono essere in possesso di apposita certificazione obbligatoria. Senza di essa non si è in grado di garantire le prestazioni, la qualità e se esse siano in possesso di tutte le norme di sicurezza.

E’ importante però chiarire che una sola stufa a pellet non è in grado di riscaldare ambienti superiori ai 100mq. Per riscaldare un appartamento completo è necessario acquistare una stufa canalizzabile, che attraverso specifici canali, indirizza il calore nelle apposite stanze.

Si eviterà di conseguenza di avere la stanza – dove è posizionata la stufa – eccessivamente calda e le altre appena tiepide.

Per chi abita in appartamenti non superiori agli 80mq, la stufa al pellet è una soluzione economica al metano. Il basso prezzo del pellet, consentirà anche di risparmiare molti centinaia di euro durante la stagione invernale.

Così almeno potrete togliervi qualche sfizio in più!

Per un ambiente intorno ai 70 mq, una stufa a pellet di medie dimensioni con una potenza calorifera di 10Kw, prevede un consumo giornaliero (12 ore) di circa 15 Kg di pellet (all’incirca 3-3,50 euro giornaliere).

Per una stufa di grandi dimensioni con un potere calorifero di 12Kw e in grado di riscaldare ambienti superiori ai 100mq, il costo è più o meno lo stesso.

Quanto costa una stufa a pellet

Veniamo a desso all’aspetto più importante, il costo di questi speciali apparecchi.

Le stufe a pellet sono soprattutto un investimento a lungo termine. I prezzi sono molto variabili e accessibili a qualsiasi tasca: possono partire dalle 700 euro fino ad arrivare ai 4000 euro a seconda della potenza e delle sue caratteristiche.

Certamente con l’aumento del costo della vita, le famiglie sono sempre più alla ricerca di un’alternativa economica per riscaldare casa e i prezzi delle stufe a pellet, oltre che a corrispondere alle aspettative, garantiscono
un risparmio assicurato.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Ioverde.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons