Loading...

Tenere il suolo del nostro orto/giardino in salute

come curare un giardinoCi siamo dati al giardinaggio, abbiamo creato un piccolo orto, perché vogliamo mangiare sano e perché ci teniamo ad un riverdimento del nostro tessuto urbano.

Il problema però è che il suolo potrebbe non dare i suoi frutti. La colpa?

Anche il suolo può ammalarsi, può stancarsi, e può dunque non svolgere quella che è la sua funzione primaria: dare frutti sani e nutrienti a noi che lo abbiamo coltivato.

Vediamo insieme cosa possiamo fare per farlo tornare a brillare.

Quando è in salute l’orto?

Il suolo del nostro orto è composto da quattro ingredienti: minerali, materia organica, acqua e aria. Mentre i minerali in genere includono argilla e sabbia, la materia organica include piante e animali in stato di decomposizione, inclusi batteri, funghi, protozoi, vermi e altri piccoli organismi.

Molti di questi svolgono un ruolo fondamentale nella decomposizione, e rilasciano nel suolo nutrienti fondamentali. Questi organismi svolgono dunque una funzione rigenerativa e nutritiva della nostra terra, che per fornirci i frutti di cui vogliamo usufruire deve essere costantemente rinforzata da quanto elencato sopra. 

Gli indicatori della salute del nostro orto

Il nostro suolo è in salute quando è fertile e ha un PH balanciato. Questo è quanto trovereste in un manuale di botanica di 30 o 40 anni fa.

Il concetto di salute del suolo si è però evoluto e include lo stato delle sostanze che abbiamo elencato sopra. Un PH molto basso può infatti cambiare la composizione del suolo, rendendolo di consistenza differente rispetto a uno in salute,.

Lo stato di salute può essere determinato da analisi fisiche, biologiche e chimiche. Le analisi fisiche sono tese a controllare lo stato di consistenza, la struttura, il colore, le infiltrazioni d’acqua e il drenaggio del suolo.

Quelle chimiche invece includono il PH, la salinità, i contenuti di sodio, le tracce di minerali e metalli, i livelli di fosforo e chi più ne ha più ne metta. I problemi possono essere corretti da chiunque abbia un po’ di buona volontà. Vediamo come.

Come migliorare la salute del suolo

Rotazione agricola: la rotazione agricola aiuta a mantenere la nostra terra in salute. Diverse coltivazioni infatti consumano diversi enzimi, minerali e sostanze chimiche. Facendole girare aiutiamo il nostro suolo a recuperare e a tenere sotto controllo gli agenti che attaccano determinate coltivazioni.

Coprire il suolo con materia organica: gli avanzi organici della lavorazione delle piante che raccogliete possono essere sparse sul terreno a mo’ di copertura. Ci aiuterà a tenere sotto controllo la corrosione del suolo e allo stesso tempo migliorerà le infiltrazioni di acqua. I residui organici sono importantissimi, facciamone buon uso.

Materia organica: perché i contadini utilizzano ancora il letame come concime? Perché la materia organica è di fondamentale importanza per la fertilità del terreno. Si tratta di risultati non immediati, ma non per questo non dovremo tenere in considerazione l’aggiunta di materia organica al nostro orto.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Ioverde.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons