Loading...

Come coltivare il rosmarino in balcone

Come coltivare il rosmarino in balconePianta ornamentale commestibile tra le più diffuse, resistenti e di facile gestione, il rosmarinus officinalis, anche noto come rosmarino, può essere agevolmente coltivato sul terrazzo o in giardino.

Caratterizzata da piccole foglie lunghe e strette di colore grigio-verde e fusto legnoso, la pianta di rosmarino può raggiungere un’altezza massima compresa fra i 50 cm ed i 3 metri.

Nei vivai e nei migliori supermercati sono disponibili piantine di dimensioni più ridotte, che possono essere comodamente trapiantate in vasi più grandi da mettere sul balcone, insieme a del terriccio universale drenante.

Vediamo dettagliatamente come coltivare il rosmarino.

Come posizionare la pianta

È fondamentale che la piantina di rosmarino sia collocata in un luogo adeguatamente soleggiato. Il rosmarinus officinalis necessita infatti del calore dei raggi solari e si sviluppa meglio se viene posizionato a sud.

Innaffiatura

Nel primo anno di età, l’innaffiatura deve essere giornaliera, facendo attenzione a non eccedere nelle quantità e cercando di evitare la formazione di ristagni di acqua.

Superato il primo anno di età, sarà sufficiente annaffiare il rosmarino ogni tre giorni nei mesi primaverili ed estivi, in quanto la pianta sarà diventata abbastanza resistente. Durante l’inverno, specialmente nei periodi più piovosi, si sconsiglia l’innaffiatura.

Concime

È consigliabile concimare il terreno almeno ogni due settimane, utilizzando del fertilizzante organico specifico per piante verdi.

Riproduzione

Per effettuare una moltiplicazione per talea della pianta di rosmarino, tagliate un rametto semi legnoso di circa 10 cm, eliminate le foglie che si trovano più in basso e lasciate solamente quelle nella parte superiore.

Dopodiché adagiatelo in un vaso con sabbia e terra in parti uguali per almeno due settimane, in modo da facilitare la formazione delle radici. Successivamente, i rami potranno essere interrati in vasi più grande.

Cambio di stagione

Durante i mesi invernali ricordatevi di proteggere la pianta dal gelo con un telo apposito, mentre in primavera rinvasate il rosmarino in un vaso grande e cambiate il terriccio.

Semina

Se preferite, il rosmarino può anche essere coltivato a partire dal seme. Il periodo più adatto per la semina è la primavera.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Ioverde.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons