Loading...

Scorie radioattive: dove sono presenti in Italia

scorie nucleariLe scorie radioattive non comprendono solo gli scarti del combustibile nucleare relativo all’attività di una centrale nucleare, ma anche tutti quei prodotti, materiali e componenti che di fatto sono contaminati da una prolungata esposizione alle radiazioni.

Le scorie radioattive vengono classificate in base al loro grado di radioattività.

Scarti di combustibile nucleare rappresentano scorie nucleari di III° grado, mentre gli altri materiali contaminati possono essere classificate, in base alla loro pericolosità, in scorie nucleari di II° o I° grado.

L’italia, con il referendum del giugno 2011 ha ribadito con forza il suo no all’energia nucleare, già espresso nel precedente referendum datato 1987. Malgrado ciò, nel nostro paese sono comunque presenti diversi siti di stoccaggio di scorie radioattive.

Centrali nucleari dismesse

In Italia scorie radioattive sono ancora presenti in quattro centrali nucleari dismesse. In effetti il processo di smantellamento dei reattori nucleari e di decontaminazione dei materiali di scarto è piuttosto lungo. Le quattro centrali nucleari sono quelle di Latina, Trino Vercellese, Caorso e del Garigliano. Vediamole nel dettaglio.

Centrale nucleare del Garigliano

La centrale nucleare del Garigliano, in Campania, è stata definitivamente disattivata nel 1982. Essa rappresenta il sito di stoccaggio con il più elevato quantitativo di scorie nucleari presenti, circa 2.200 metri cubi.

Centrale nucleare di Latina

Nella centrali nucleare di Latina, nel Lazio, sono invece presenti 900 metri cubi di scorie radioattive.

Centrale nucleare di Caorso

Nella centrale nucleare di Corso, in Emilia Romagna, sono depositate circa 1.900 metri cubi di scorie radioattive e soprattutto circa 197 tonnellate di combustibile irraggiato,

Centrale nucleare di Trino Vercellese

Infine, nella centrale nucleare di Trino Vercellese, in Piemonte, sono presenti circa 800 metri cubi di scorie nucleari e circa 14 tonnellate di combustibile irraggiato.

Siti di stoccaggio di scorie radioattive

Oltre alle quattro centrali nucleari, in Italia, esistono tre siti di stoccaggio di scorie radioattive. Essi sono situati rispettivamente presso i comuni di Saluggia in Piemonte, Casaccia nel Lazio, e Trisaia in Basilicata.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Ioverde.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons